Cartoline storiche del Touring Club digitalizzate da Google

Basilica di San Marco, Venezia

È possibile ammirare sulla piattaforma artsandculture.google.com migliaia di cartoline storiche appartenenti alla collezione del Touring Club Italiano e digitalizzate grazie alle tecnologie messe a disposizione dal team di Google Arts&Culture.

Dai monumenti iconici, come il Colosseo, il Duomo di Milano, le rovine della Valle dei Templi, Paestum e Ostia Antica, alle meraviglie naturali, al mare e al Teatro antico di Taormina, è possibile riscoprire come i turisti di tutto il mondo abbiano visto e condiviso le destinazioni culturali più note, prima ancora che fosse inventata la condivisione digitale. Milano, Roma, Torino, Napoli, Palermo, Firenze, Venezia, le loro stazioni e incroci sono quasi irriconoscibili senza il brulicare di persone o dei mezzi del giorno d’oggi. Sarà possibile guardare come gli skyline e i grattacieli che popolano le nostre città si siano trasformati nel corso degli anni, insieme ai luoghi di vacanza o alle mete fuori porta particolarmente note agli italiani.

La collezione di cartoline che debutta online risale ai primi del ‘900, quando la Rivista Mensile del Touring Club Italiano invitò gli associati a inviare cartoline dai loro viaggi. La collezione copre un arco di tempo che va dal primo decennio del ‘900 ai primi anni ‘70. Un discorso a parte merita il Fondo Santarelli. Frutto di una donazione di Mirella Santarelli, socia TCI e collezionista, che alla sua morte ha donato diverse migliaia di cartoline al Touring Club.

Per l’occasione è stata inoltre resa disponibile, in versione pilota, una nuova funzionalità per fruire al massimo di questa collezione. Cliccando sulla tab “Sfoglia” nella sezione Qui Vicino della app Google Arts & Culture (per iOS o Android), sarà possibile avere accesso alle cartoline che raffigurano i monumenti e i siti che ci circondano. Tutto ciò consentirà di compiere un viaggio indietro nel tempo e scoprire come le città siano cambiate.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Musicart.