M, un film di Sara Forestier – Recensione

Redouanne Harjane e Sara Forestier nel fim M di Sara ForestierPer il suo esordio dietro la macchina da presa, nel lungometraggio, Sara Forestier ha scelto di narrare l’incontro “impossibile” di due esseri emarginati dai propri ambienti familiari e sociali (lei, un’adolescente estremamente fragile e insicura, afflitta da una balbuzie che le impedisce di parlare in pubblico; lui, un balordo di periferia, incapace di leggere e scrivere), i quali attraverso l’amore reciproco troveranno faticosamente la forza per superare le proprie rispettive difficoltà comunicative – un complesso percepito come una vergogna inconfessabile – e acquisteranno quella fiducia in se stessi che consentirà loro di aprirsi infine a una più serena e positiva visione della vita.

Il film fatica a mascherare i propri problemi: una struttura sintattica alquanto prevedibile; una messa in scena poco brillante; certi orpelli pretestuosi e di maniera (i versi che s’interpongono tra una sequenza e l’altra); un happy end decisamente stiracchiato. Assunta la temperatura emotiva del melodramma come base del racconto, la pellicola bordeggia perigliosamente, e non sempre elude, i rischi del patetico e le forzature sentimentali. Per contro, la regia acquista sicurezza e spessore, e giunge a commuovere lo spettatore, quando, nel seguire da presso i corpi dei protagonisti, adotta un crudo e ruvido realismo descrittivo in linea con l’estetica del disagio sociale. Le prestazioni interpretative della stessa Forestier (tutti noi la ricordiamo come la magnifica rivelazione, quattordici anni fa, ne La schivata di Abdellatif Kechiche), di Redouanne Harjane e della piccola Liv Andren trovano allora accenti intensi e convincenti (Jean-Pierre Léaud, nel ruolo dell’odioso padre di Lila, eccede invece nel caricaturale), mentre le luci livide della fotografia riescono a restituire lo spoglio grigiore della periferia suburbana in cui si consumano i destini dei personaggi.

Nicola Rossello

Scheda film
Titolo: M
Regia: Sara Forestier
Cast: Sara Forestier, Redouanne Harjane, Jean-Pierre Léaud, Liv Andren, Nicolas Vaude, Maryne Cayon
Durata: 98 minuti
Genere: Drammatico
Distribuzione: Ad Vitam
Data di uscita: Francia 2017