A Palermo “Cinesahel. Luci d’Africa a Ballarò”

Touki Bouki, Nomadica - CinesahelCinesahel. Luci d’Africa a Ballarò” è la rassegna di cinema africano che animerà Palermo per due weekend, dal 28 al 30 settembre 2018 e dal 5 al 7 ottobre 2018.

Curata da Nomadica, associazione per la diffusione del cinema autonomo e di ricerca in collaborazione con il Circolo Arci Porco Rosso, Cinesahel ha la direzione artistica di Federico Epifanio e Naomi Morello.

Le sei serate della rassegna ospitano 17 film, realizzati da 9 fra i più illustri cineasti del continente africano tra il 1963 e il 1999: dallo scrittore senegalese Ousmane Sembène, regista africano ad emergere, che negli anni Sessanta adottò il cinema attratto dal suo rivoluzionario potenziale comunicativo, al conterraneo Djibril Diop Mambety, uno degli sguardi più vivaci e taglienti della cinematografia del Sahel. E ancora il maliano Souleymane Cissé, che racconta di lavoro in fabbrica e dinamiche tra le classi sociali, e Med Hondo, mauritano, che assieme a Abderrhamane Sissako e Idrissa Ouedraogo sposta l’occhio sul continente europeo affrontando il tema della migrazione e delle nuove generazioni con i piedi in due continenti.

Alcuni dei film proiettati sono stati oggetto di recente restauro a cura della Fondazione Cineteca di Bologna e della World Cinema Foundation fondata nel 1990 da Martin Scorsese per preservare il patrimonio filmico internazionale.

Ogni sera, inoltre, saranno proiettati alcuni corti con delle incursioni nel cinema d’animazione africano, che compare in Niger nel 1962 per mano di Moustapha Alassane, del quale sarà proposta una selezione di opere.

I film verranno proiettati presso il Circolo Arci Porco Rosso e in Piazza Santa Chiara, nel cuore del quartiere dell’Albergheria di Palermo, meglio conosciuto come Ballarò, dal nome del suo storico mercato.

Dopo ogni proiezione è previsto un dibattito affidato a Cheikh Gueye, senegalese, operatore sociale e conoscitore sia di cinema che della stratificazione e complessità del tessuto sociale in cui opera.

La rassegna di cinema africano è promossa dal MiBAC, Direzione Generale Arte Architettura contemporanee e da Periferie urbane e Direzione Generale Cinema.