Il Trittico Guernica di Sofìa Gandarias in mostra a Firenze

Trittico Guernica di Sofìa Gandarias Nella Basilica di San Miniato al Monte a Firenze , nella suggestiva cripta, è in programma dal 20 ottobre al 16 dicembre 2018 la mostra “Gernika” (ovvero Guernica in lingua basca), con opere dell’artista basca Sofìa Gandarias (1951-2016).

Il Trittico Guernica, che la Gandarias ha dedicato alla sua città natale ed è di proprietà del Museo della Pace della città basca, si potrà ammirare nella cripta della Basilica di San Miniato al Monte che per la prima volta apre le sue porte per una mostra di arte contemporanea rappresentante un’inedita avventura di bellezza, fede e speranza.

Le tre scene molto significative dell’opera di Sofìa Gandarias, i cinque suggestivi bozzetti che rappresentano la violenza e la guerra vissuta attraverso il dramma dei colori, le immagini insolite delle donne e l’orologio sulla facciata della chiesa che segna il momento dell’attentato, riportano il visitatore al terribile attacco aereo che distrusse la città basca il 26 aprile 1937.

Secondo le più profonde convinzioni etiche, quest’opera vuole rappresentare l’impegno diretto nelle scelte democratiche e civili. Infatti Gernika, città martire basca, è una delle immagini più rappresentative del XX secolo per la sua valenza simbolica ed è considerata ‘Icona di Pace’.

«Se Picasso aveva risolto la tragedia in una gamma di grigi, Sofìa Gandarias fa prevalere il rosso, in netto contrasto col nero e il neutro – afferma Cristina Acidini, Presidente dell’Accademia delle Arti del disegno di Firenze -, così da riversare nel trittico e negli altri studi una vampa di fuoco e di sangue, che è come un grido contro tutte le guerre di tutti i tempi».

L’esposizione, copatrocinata dall’Associazione culturale “Pinocchio di Carlo Lorenzini”, è curata da Monica Baldi.