Corti di Lunga Vita, i finalisti del concorso di cortometraggi sull’anzianità

Corti di lunga vita, concorso di cortometraggiSi avvia verso la conclusione “Corti di Lunga Vita”, il concorso internazionale di cortometraggi promosso dall’Associazione 50&Più, che incoraggia e promuove la realizzazione di audiovisivi sul tema dell’anzianità.

Il 12 dicembre 2018 al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, verranno proclamati i vincitori di questa seconda edizione, il cui tema è Viaggio all’origine della Gioia.

L’evento sarà condotto dalla giornalista Alessandra Rissotto, che annuncerà i tre vincitori selezionati dalla giura tecnica – composta da Pupi Avati (Presidente), Lidia Ravera, Lina Pallotta, Marco Trabucchi e Anna Maria Melloni – tra gli otto finalisti che hanno superato la preselezione:
Amarcord sal mèn di Dorin Valeriu Mihai;
ChiantiShare di Carolina Mancini;
Corinna di Corrado Ceron;
Partenze di Nicolas Morganti Patrignani;
Sempre e per sempre di Carlo Ausino – Universal Foxy;
Tracce di Marco Conti e Saverio Serini – UNITRE Tolentino – Accademia di Belle Arti;
Trip di Claudia Cipriani;
Un profumo meraviglioso di Martina Claudia Selva.

Le opere sono visibili sul canale YouTube del Centro Studi 50&Più e verranno proiettate durante la cerimonia conclusiva del concorso.

L’età dei registi va dai 22 agli 80 anni: tre diverse generazioni si sono quindi confrontate sul tema scelto dall’Associazione 50&Più e dal Centro Studi 50&Più per questa seconda edizione di Corti di Lunga Vita, che ogni anno sviluppa un aspetto specifico legato all’anzianità o all’invecchiamento.

A raccontare il tema Viaggio all’origine della Gioia – gioia intesa come stato piuttosto che come momentanea condizione emotiva, sia nel contesto individuale che in quello sociale – sono stati in 78.
Al cortometraggio vincitore andrà un premio di 2.000 euro, il secondo riceverà un premio di 1.000 euro e 500 euro andranno al terzo classificato.