ACAB. All Cops Are Bastards, un film con Pierfrancesco Favino – Rai5

Pierfrancesco Favino nel film ACAB

Un cortocircuito fra cronaca e cinema di genere per raccontare un aspro spaccato di vita italiana. È il film di Stefano SollimaACAB. All Cops Are Bastards”, in onda lunedì 7 gennaio 2019, alle ore 22.10, su Rai5, per il ciclo “Nuovo Cinema Italia”.

Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Bonini, edito in Italia da Einaudi, basato su una storia vera. Ha ottenuto 5 candidature e vinto un premio ai Nastri d’Argento, 6 candidature a David di Donatello.

ACAB” è l’acronimo di “All cops are bastards” (“tutti i poliziotti sono bastardi”) un motto che, partito dal movimento skinhead inglese degli anni Settanta, è diventato nel tempo un richiamo universale alla guerriglia nelle città, nelle strade, negli stadi.

Cobra (Piefrancesco Favino), Negro (Filippo Nigro) e Mazinga (Marco Giallini) sono tre “celerini bastardi”. “Celerini”, così si sentono, più che poliziotti. Sulla loro pelle hanno imparato ad essere bersaglio perché vivono immersi nella violenza. In una violenza che diventa lo specchio deformante di una società esasperata, di un mondo governato dall’odio che ha perso le regole e che loro vogliono far rispettare anche con l’uso spregiudicato della forza.
Nel momento forse più delicato delle loro esistenze, quando la vita privata arriva alla resa dei conti, incontrano “il futuro” in una giovane recluta, Adriano (Domenico Diele), appena aggregata al loro reparto.
L’educazione di Adriano alla legalità, all’ordine, all’applicazione anche violenta della legge è la lente per raccontare il controverso “reparto mobile” con un inedito sguardo dall’interno, sullo sfondo dei più sconcertanti episodi di violenza urbana accaduti in Italia negli ultimi anni, dal G8 di Genova fino alla morte di Gabriele Sandri.

«“ACAB“ è un viaggio nel mondo chiuso e controverso del reparto mobile, spesso guardato con distacco da tutto il resto della Polizia e con sospetto e diffidenza dai cittadini – afferma il regista Stefano Sollima -. Le vicende pubbliche e private di Cobra, Negro e Mazinga – tre celerini storici – e della giovane recluta Adriano mi hanno permesso di raccontare il controverso “reparto mobile” con un inedito sguardo dall’interno, sullo sfondo dei più sconcertanti episodi di violenza urbana accaduti in Italia negli ultimi anni».

Cast artistico: Pierfrancesco Favino, Filippo Nigro, Marco Giallini, Andrea Sartoretti, Domenico Diele, Roberta Spagnuolo, Eugenio Mastrandrea, Eradis Josende Oberto.

ACAB. All Cops Are Bastards Guarda il trailer