Lei, un film con Joaquin Phoenix e Scarlett Johansson

Joaquin Phoenix nel film Lei

Il film “Lei”, una singolare storia d’amore che indaga la natura e i rischi dell’intimità nel mondo contemporaneo, va in onda martedì 8 gennaio 2019, alle ore 21.15, su Rai5.

Ambientato a Los Angeles, in un futuro non troppo lontano, Lei racconta la storia di Theodore (Joaquin Phoenix), un uomo sensibile e complesso che si guadagna da vivere scrivendo lettere personali e toccanti per altre persone. Distrutto dalla fine di una lunga relazione, Theodore resta affascinato da un nuovo e sofisticato sistema operativo che promette di essere uno strumento unico, intuitivo e ad altissime prestazioni. Incontra così “Samantha”, una voce femminile sintetica (Scarlett Johansson nella versione originale e Micaela Ramazzotti nella versione italiana) vivace, empatica, sensibile e sorprendentemente spiritosa. Via via che i bisogni e i desideri di lei crescono insieme a quelli di lui, la loro amicizia si fa sempre più profonda finché non si trasforma in vero e proprio amore.

Tra gli interpreti del film scritto e diretto da Spike Jonze figurano il candidato all’Oscar Joaquin Phoenix; Scarlett Johansson; la candidata all’Oscar Amy Adams; la candidata all’Oscar Rooney Mara e Olivia Wilde.

Oscar e Golden Globe 2014 per la migliore sceneggiatura originale. Premio per la migliore interpretazione femminile a Scarlett Johansson alla VIII edizione del Festival Internazionale del Film di Roma (2013).

«Una delle cose più difficili in un rapporto di coppia è essere onesti fino in fondo e permettere alla persona che ami di fare altrettanto – dichiara il regista Spike Jonze -. Ognuno di noi cresce e cambia continuamente. E’ possibile lasciare l’altro libero di essere se stesso, giorno dopo giorno, anno dopo anno? E se l’altro cambia, l’ameremo lo stesso?». Ma soprattutto, se saremo noi a cambiare, l’altro continuerà ad amarci? Ecco alcuni degli interrogativi che emergono quando Theodore incontra Samantha… la voce sintetica di un sistema operativo di ultima generazione.

«La pubblicità lo presenta come un software intuitivo che ti ascolta, ti capisce e impara a conoscerti – spiega Jonze -».
Sofisticatissimo esempio di intelligenza artificiale, Samantha è affettuosa e empatica, e ben presto rivela anche una certa indipendenza di giudizio, uno spiccato senso dell’umorismo, la capacità di andare al nocciolo dei problemi e una gamma sempre più complessa di emozioni. Dal momento in cui inizia a esistere, Samantha progredisce rapidamente, di pari passo col suo rapporto con Theodore. Da sua assistente, si trasformerà gradualmente in amica fidata, confidente e alla fine in qualcosa di molto più profondo.

Lei Guarda il trailer