Made in Sud, dal 4 marzo al via lo show comico su Rai2

Stefano De Martino e Fatima Trotta conducono Made in sud

Torna su Rai2, in prima serata, a partire da lunedì 4 marzo 2019 “Made in Sud”, nuova edizione del celebre show comico, prodotto in collaborazione con Tunnel Produzioni.

Condotto da Stefano De Martino e Fatima Trotta, con la partecipazione straordinaria di Elisabetta Gregoraci e di Biagio Izzo, il programma sarà un’esplosione di comicità, risate, musica, colori e divertimento.

Sul palco si alterneranno comici già affermati accanto ad artisti al loro esordio in tv, provenienti non solo dalle aree del Sud Italia. Fra gli altri, Mino Abbacuccio, gli Arteteca, Mariano Bruno, Paolo Caiazzo, i Ditelo Voi, Enzo e Sal, Gino Fastidio, Ciro Giustiniani, Simone Schettino, Antonio D’Ausilio, Peppe Laurato e Rosaria Miele, Francesco Albanese, Peppe Iodice, Francesco Paolantoni, Max Cavallari.

In diretta dall’Auditorium del Centro di Produzione TV di Napoli, con la regia di Sergio Colabona, lo show prenderà il via con una sigla alla quale hanno prestato la propria voce Edoardo Bennato (autore della strofa da lui eseguita), Rocco Hunt e Franco Ricciardi, firmata da Frank Carpentieri, scritta con Nando Mormone in collaborazione con Antonio De Carmine alias Principe. Sempre di Frank Carpentieri saranno anche i contrappunti musicali che dalla console daranno ritmo all’intera serata e ai comici.

A fare da cornice ad uno show una nuova scenografia in stile “barocco pop”, firmata da Alida Cappellini e Giovanni Licheri: un omaggio alla cultura e alle bellezze storico architettoniche del Sud, con numerosi riferimenti e citazioni a Napoli, alla costiera, a Vietri e Positano, alle maioliche, ai rosoni del barocco leccese, e, non ultimo a Matera, Capitale della cultura 2019, evocata da una “montagna di libri” su un lato della scena.

Realizzato nel Centro di Produzione Tv Rai di Napoli, prodotto in collaborazione con la Tunnel produzioni, “Made in Sud” è un programma di Nando Mormone e Paolo Mariconda, scritto con Francesco Albanese, Gian Luca Belardi, Riccardo Cassini, Francesco Velonà e Ciro Ceruti. A cura di Cristina Ambrosi, produttore esecutivo Corrado Pacetti, scenografia di Alida Cappellini e Giovanni Licheri, regia di Sergio Colabona, produttore esecutivo Tunnel Fabio Tassan Pagnochet.