Report, 8 aprile 2019 – Rai3 e Rai Play

Report

Nuovo appuntamento con l’approfondimento giornalistico di Rai3 “Report” condotto da Sigfrido Ranucci, in programma lunedì 8 aprile 2019 alle ore 21.20 su Rai3 e su RaiPlay.

La prima inchiesta della puntata sarà “Italy works“, a cura di Claudia Di Pasquale e con la collaborazione di Carla Rumor, Norma Ferrara e Simona Peluso.
Dal 29 marzo il reddito di cittadinanza è legge, lo scopo è dare un sostegno ai 5 milioni di italiani che, si stima, vivono al di sotto della soglia di povertà. L’Europa ci chiedeva una misura simile dal 1992, l’Italia e la Grecia erano rimaste le sole a non averla introdotta. Nessuno però potrà restare sul divano, i beneficiari dovranno svolgere lavori di pubblica utilità e accettare una delle tre proposte di lavoro offerte dai centri per l’impiego. Ci riusciranno visto che ad oggi trovano lavoro solo al 3% degli utenti? Per realizzare quello che sembra un miracolo, è stato chiamato il professore italo-americano Domenico Parisi, che in Mississippi ha realizzato un sofisticato sistema per incrociare domanda e offerta di lavoro. Per verificare se il suo progetto ha funzionato siamo andati negli Stati Uniti.
Nel corso dell’inchiesta Report trasmetterà anche una lunga intervista al vicepresidente del Consiglio dei ministri Luigi di Maio.

A seguire, “Piccole norme, grandi mance” di Rosamaria Aquino. Tra le pieghe della Legge di Bilancio 2019 si nascondono centinaia di piccole norme settoriali, che distribuiscono soldi ad associazioni, enti, territori, ma anche a settori che necessiterebbero di interventi più strutturali. Report ha analizzato tre esempi di “leggi-mancia“, dall’agricoltura all’università fino alle infrastrutture. Quei finanziamenti servivano veramente? E a chi?

Infine, “Incontri Ravvicinati” di Alessandra Borella. Può pesare fino a cento chili, genera dieci cuccioli alla volta anche tre volte all’anno: parliamo del cinghiale, spina nel fianco di agricoltori automobilisti e cittadini. Hanno invaso l’Italia, ce ne sono circa un milione, secondo le stime. Sono sempre in cerca di cibo e ogni anno provocano milioni di euro di danni agli agricoltori e incidenti anche mortali. Pascolano indisturbati per le strade della Capitale e possono diventare aggressivi, al punto che in alcune zone di Roma i residenti sono terrorizzati dai continui avvistamenti e si tengono alla larga dal parco sotto casa. Come è possibile che un animale selvatico arrivi in città in maniera sistematica? Chi se ne occupa?