Cyrano mon amour, un film di Alexis Michalik – Recensione

Cyrano mon amour

Alexis Michalik, qui al suo esordio dietro la macchina da presa, è un giovane e già rinomato autore e regista del nuovo teatro francese. Cyrano mon amour è l’adattamento cinematografico di una sua pièce di straordinario successo (oltre novecento repliche), che in verità era stata concepita e scritta come sceneggiatura per il grande schermo, prima di essere trasferita sul palcoscenico a causa delle difficoltà finanziarie. Il titolo originale, Edmond, non deve trarre in inganno: il film è tutto fuorché la biografia rigorosa dell’autore del Cyrano di Bergerac. Michalik ha scelto infatti di interrogarsi sui giochi complessi e ambigui che intercorrono tra vita vissuta e creazione artistica, concentrandosi su un breve lasso di tempo della vita di Edmond Rostand: le poche settimane che vanno dall’ideazione del testo al suo laborioso, caotico allestimento, alla prima trionfale rappresentazione.

Il Rostand che emerge dal film è un giovanotto timido e insicuro, un autore teatrale che, dopo aver collezionato solo insuccessi, afflitto da problemi domestici (i debiti da pagare, la gelosia della moglie) e da intrighi e contrasti professionali (i capricci dei commedianti, i diktat dei produttori), sarà infine capace di accogliere in sé, come per incanto, il genio romantico dell’ispirazione, e scrivere un capolavoro. Una figura, va da sé, di fantasiosa invenzione – come, del resto, lontanissimo dalla realtà storica era il protagonista del dramma di Rostand.

La pellicola intende essere un omaggio caloroso al mondo del teatro di fine Ottocento, e alla Parigi della Belle Epoque, proposto allo spettatore come un gioco accattivante e festoso, dove il gusto della narrazione movimentata, vigorosamente dinamica nel suo svolgersi, lo scintillio arguto dei dialoghi, il campionario di situazioni umoristiche ed equivoci, sono quelli del vaudeville di vecchia scuola (Feydeau e Courteline sono lì in carne e ossa ad attestare il richiamo). Una produzione che, con la sua magniloquenza accademica da colorato spettacolo per le grandi platee, con la sua apparatura decorante, che sconfina spesso in eccesso visivo, occhieggia quella che si è ormai convenuto definire “qualità francese”.

Nicola Rossello

Scheda film

Titolo: Cyrano mon amour
Regia: Alexis Michalik
Cast: Thomas Solivérès, Olivier Gourmet, Mathilde Seigner, Tom Leeb, Lucie Boujenah, Alice De Lenquesaing, Clémentine Cèlariè, Igor Gotesman
Durata: 109 minuti
Genere: Commedia
Distribuzione: Officine Ubu
Data di uscita: 18 aprile 2019

Cyrano mon amour Guarda il trailer