La Corrida, puntata del 3 maggio – Rai1

La Corrida, con Carlo Conti

Nuovo appuntamento de “La Corrida”, il primo talent people dello spettacolo italiano, in onda venerdì 3 maggio 2019, in diretta in prima serata su Rai1 a partire dalle 21.25.
Padrone di casa Carlo Conti, con la partecipazione della valletta Ludovica Caramis e con l’orchestra diretta dal maestro Pinuccio Pirazzoli.

La parola d’ordine di questo sesto appuntamento sarà sempre il buon umore. Nuovi dilettanti allo sbaraglio sono pronti a mettersi in gioco e a conquistate la fiducia del pubblico con esibizioni sempre originali. Proprio in tema di performance mai banali, la scorsa settimana il pubblico in studio ha proclamato vincitore un giovane percussionista che suonava con grande bravura oggetti impensabili come un casco, un pallone da basket, una bicicletta.

Il pubblico in studio de “La Corrida” è tra i più attivi e partecipi, sempre pronto a decretare il successo o meno, applaudendo o dimostrando il proprio disaccordo agitando campanacci, fischietti e pentole pronti all’occorrenza, non appena il semaforo posto al centro del palco da rosso diventa verde. Ma sempre con grande rispetto nei confronti dei concorrenti, in molti casi veri e propri talenti: dopo ogni esibizione, infatti, sono sempre tanti gli applausi a loro rivolti ad ogni uscita di scena.

Un altro momento divertente di tutte le puntate, poi, è quando i “ballerini” scelti dal pubblico devono esibirsi a fine trasmissione su improbabili coreografie, accompagnati dal corpo di ballo di Fabrizio Mainini, tradizione che sarà rispettata anche in questa sesta puntata.

Come da prassi, prima della presentazione del concorrente numero uno in gara, Carlo Conti sceglierà anche tra il pubblico una valletta (o valletto), che affiancherà Ludovica Caramis nel corso dell’intera diretta.

La Corrida” è una produzione Rai in collaborazione con Magnolia (Banijay Group). Gli autori sono Carlo Conti, Mario d’Amico, Emanuele Giovannini, Antonio Miglietta, Leopoldo Siano e Giona Peduzzi.
La regia è di Maurizio Pagnussat.